skip to Main Content

di Alice Alessandri

Tra gli argomenti che tratto in aula quello relativo alla scrittura di email commerciali viene solitamente accolto con tanta curiosità e grandi aspettative: molti, infatti, si chiedono come costruire messaggi che si facciano notare tra le decine che riceviamo ogni giorno e che riempiono le caselle di posta elettronica personali e professionali di tutti noi.

Tenendo presente tutte le indicazioni fornite nell’articolo come comunicare efficacemente in email, suggerisco di impostare le email commerciali indirizzati a potenziali clienti (business o consumer) usando una struttura semplice e lineare:

1. chi siamo;
2. cosa possiamo fare per lui/loro;
3. quale sarà il passo successivo da compiere insieme.

scrivere email

Chi siamo

Come prima cosa presentatevi, fatelo con chiarezza, precisione e in modo sintetico. Resistete alla tentazione di dire tutto: in una, massimo due frasi, spiegate di cosa vi occupate, per conto di chi e come. Evitate espressioni facilmente smentibili del tipo “leader di mercato” o termini generici come “prodotti di qualità” o “personale qualificato” cercate invece nella vostra storia, nei vostri valori e nelle modalità che avete scelto per svolgere il vostro lavoro, qualcosa di unico e speciale che vi rende diversi dagli altri.

– – –
Vi consiglio anche di evitare un linguaggio troppo pomposo e formale farcito di titoli e blasoni: siate diretti ma asciutti per non dare l’impressione di “tirarvela” troppo o di essere dei “tuttologi”.
– – –

Cosa possiamo fare per lui/loro

Siamo nel cuore della email commerciale e dobbiamo spiegare con precisione due aspetti: perché scriviamo proprio a lui/loro e cosa possiamo fare per lui/loro. Fate capire al potenziale cliente che avete studiato e riflettuto prima di scrivere esplicitando perché avete deciso di inviare il vostro messaggio proprio a lui e alla sua azienda: ditelo chiaramente, comunicando in modo diretto e personale


Le scrivo per mettere a disposizione della vostra azienda la nostra esperienza …


In questa parte centrale del messaggio ci giochiamo l’opportunità di interessare e coinvolgere chi legge, l’unico strumento che abbiamo per farlo è mettendo in primo piano il nostro destinatario dichiarando esplicitamente cosa possiamo fare per lui.

Prima di iniziare a scrivere vi invito a definire con precisione l’obiettivo che volete raggiungere con l’email commerciale: fissare un appuntamento, invitare ad un evento, incrementare le vendite con una promozione, ecc.. Questa chiarezza d’intenti verrà esplicitata dichiarando espressamente quali vantaggi ha chi legge nel concedervi un incontro, partecipare all’evento, acquistare sfruttando la promozione e così via.

Se conoscete già il potenziale cliente o siete riusciti a raccogliere precise informazioni su di lui, potete scrivere un messaggio personalizzato facendo leva su vantaggi diretti e specifici per il vostro interlocutore. Se invece state preparando una comunicazione diretta a più potenziali clienti, come ad esempio una campagna DEM (Direct email marketing n.d.r.), sarà opportuno utilizzare vantaggi e motivazioni di carattere più generale.

Qual è il passo successivo da compiere insieme

Evitate di congedarvi utilizzando obsolete e poco incisive forme di saluto del tipo “Rimango in attesa di un Suo riscontro” vi suggerisco invece di prendere il controllo della relazione dichiarando cosa farete dopo l’invio della email commerciale ad esempio 


La contatterò nei prossimi giorni per confermare la vostra partecipazione


Chiedete  al vostro interlocutore solo cose specifiche e scadenzabili: telefonata, invito evento, appuntamento.L’ultima ma non meno importate precauzione riguarda l’oggetto che nei messaggi commerciali gioca un ruolo primario: la modalità di scrittura di questo “campo” spesso fa la differenza tra un’email commerciale letta e una immediatamente cestinata. L’oggetto quindi deve essere interessante e incuriosire il potenziale cliente.

– – –
Scrivere un oggetto efficace è una vera e propria sfida da copywriter e assomiglia molto alla creazione di uno slogan per una campagna pubblicitaria.
– – –

Nel redigerlo cercate di fare in modo che contenga di per se un messaggio positivo (evitate immagini negative o frasi costruite con i “non”) in grado di far riflettere chi legge o di agganciarne la curiosità parlandogli di cose che lo riguardano: sincerità, simpatia e originalità vi saranno senz’altro d’aiuto. A volte può essere efficace rivolgere nell’oggetto una domanda aperta, la cui risposta sarà contenuta nel testo successivo. Non abusatene ma tenete conto: d’altronde se state leggendo questo articolo la “tecnica della domanda” un po’ ha funzionato anche su di voi…

| partem claram semper aspice |

Alice Alessandri

Consulente e formatrice di professione mi definisco un “informatico anomalo”: laureata in Scienze dell’Informazione sin da subito mi sono indirizzata verso il settore della comunicazione interpersonale. La mia esperienza di oltre 10 anni come imprenditrice mi ha permesso di gettare le basi per quello che sarebbe diventato il mio progetto più importante, Passodue: società di consulenza e formazione che combina profitto ed etica, successo professionale e felicità. Con Alberto aiuto le aziende a compiere il loro secondo passo verso un successo fondato sull’etica e le relazioni.

Questo articolo ha 3 commenti
  1. Indicazioni corrette, ma, scusa, poco incisive. Chiunque si occupi di comunicazione ha ben chiari questi concetti: a mio parere, si dovrebbe approfondire un poco di più

    1. Cara Marella, il nostro blog non è rivolto a tecnici della comunicazione ma a persone comuni che magari non sono così esperte del tema. Credo che se usati i suggerimenti di Alice siano molto incisivi, ovviamente chi già li ha fatti suoi, ha solo bisogno di affinare la tecnica: una messa a punto che certamente su un articolo divulgativo come quello di Alice non è possibile fare ma che invece presupporrebbe un lavoro personalizzato. Grazie per la tua attenzione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca